Il successo e la strategia di Amazon

E’ il New York Times, ad aver spiegato di recente, il successo e la strategia di Amazon, come abbia fatto ad imporsi sul mercato, tramite una visione fatta di scommesse e investimenti a lungo termine su Wall Street.

La borsa americana, nota per l’attenzione sul desiderio di ampi profitti a breve termine, ha dovuto registrare invece il consolidamento dell’azienda fondata da Jeff Bezos, che ha sempre invece puntato sull’obiettivo e la strategia del lungo periodo. Gli investitori, invece che allontanarsi alla ricerca di guadagni facili, hanno premiato Amazon, aumentando il loro interesse, non a caso l’azienda ha visto crescere il valore delle proprie azioni del 30%.

L’abilita riconosciuta alla società, da parte degli analisti finanziari è proprio la possibilità di poter continuare a perseguire la stessa strategia in maniera continuativa, anche quando le azioni scendono o salgono. In poche parole, il lusso che hanno altre poche imprese: il margine di manovra.

Amazon, quando si quotò, nel 1997, era una società non particolarmente promettente rispetto alle altre dot com, le prime imprese digitali che comparvero e crebbero moltissimo di valore in quel periodo. La bravura di Bezos, fu quella di accumulare fondi sufficienti per superare fasi di difficoltà, investendo successivamente nel cloud computing.

Il successo dell’operazione cloud computing è stato il punto di svolta nella storia della società. Gli investitori, scrive il New York Times, decisero che Bezos sapeva cosa stava facendo e iniziarono a fidarsi della sua strategia che aveva come unico obiettivo il lungo periodo.

Bezos stesso, ogni anno invia una lettera ai suoi azionisti nella quale rammenta oltre ai risultati economici, ciò che scrisse loro nel 97′: “Il lungo periodo è tutto”. «Continueremo a fare investimenti pensando alla leadership di lungo periodo, piuttosto che puntando al profitto di breve termine o tenendo conto delle reazioni immediate di Wall Street».

Questa filosofia ha premiato l’azienda americana, tanto da esser arrivati al paradosso che Amazon sia monopolista e la sua ascesa vada persino regolamentata.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *